Valerio Braschi & Marco Baldini: in cucina con lo chef Nicola Annunziata

La porta rossa del Ristorante 1978 per un giorno si è aperta per ospitare in cucina tre ospiti d’eccezione. Il nostro chef Nicola Annunziata insieme a Marco Baldini e Valerio Braschi, vincitore di Master Chef, si sono messi tra i fornelli per realizzare un nuovo piatto.

Un trio speciale capitanato dal nostro Nicola che ha messo a disposizione la sua professionalità pronto a scoprire i suoi trucchi del mestiere.

Il piatto di oggi è: tagliolini, aglio, olio, colatura di alici, mandorla acida e cicala di mare.

L’interesse di Marco si fa subito sentire, curioso di sapere come si prepara una crema di mandorle.
Chef Annunziata inizia subito con la spiegazione:
“Mettiamo semplicemente ad idratare le mandorle il giorno prima in acqua, le teniamo a 60 gradi costanti. Dopo le scoliamo, frulliamo le Mandorle, un leggero filo di latte e poi al momento del servizio aggiungiamo un po di succo di limone e buccetta di limone grattugiato. Il limone prettamente ed esclusione della costiera amalfitana.

Baldini si mette subito all’opera con i tagliolini. Questa volta però sono dei tagliolini speciali. I famosi tagliolini alla Baldini, con spessori diversi l’uno dall’altro: “Chi mangerà queste tagliatelle saprà che le ho fatte io perché sono le famose tagliatelle asimmetriche”. Si passa poi al brodo dashi, la base del tagliolino.Il brodo dashi non è altro che un brodo che chef Annunziata ho preprato con Katsuobushi.

Un tonno essiccato e affumicato per lunghi periodi e successivamente tagliato a scaglie. Tra una risata e l’altra arriva il momento della cottura della pasta. 2 minuti e 3 minuti nel fondo. Piano piano il piatto si compone, prima però il trio d’eccezione apre una piccola sfida sulla mantecatura. Contro ogni aspettativa, ormai Chef Baldini o come ama chiamarsi lui, cuoco nuvoloso senza stelle, supera a pieni voti la prova mantecatura supportato da Braschi e chef Annunziata. I tagliolini sono pronti per l’impiattamento e per essere gustati dal nostro trio infallibile.

Come tre vecchi amici seduti intorno a un tavolo, si ritrovano a gustare il loro piatto felici della giornata ppena trascorsa insieme

Buon appetito dal 1978!